ggg

GGG – IL GRANDE GIGANTE GENTILE

LO SCHERMO EMPATICO: LE NOSTRE VISIONI CONSAPEVOLI TRILOGIA DEL FANTASTICO PARTE III Nel suo meraviglioso libro “Hybris. La fabbrica del mostro nell’arte moderna” lo storico dell’arte Jean Clair ricorda che, nella tradizione greca, i giganti sono nati dalla terra. Figli della Terra e di Urano (il cielo), sono entità primordiali, potenti, che talvolta conservano delle[…]

IMG_9004

FUOCOAMMARE

LO SCHERMO EMPATICO: LE NOSTRE VISIONI CONSAPEVOLI Parlare di un film partendo dal punto di vista dello spettatore, una posizione necessaria sia per il regista sia per il mediatore cinematografico. “Fuocoammare” è un film che ci invita a cambiare i tempi della visione, un’esperienza che ci propone di riempire apparenti vuoti narrativi e di significato,[…]

miss_peregrine

MISS PEREGRINE – LA CASA DEI RAGAZZI SPECIALI

LO SCHERMO EMPATICO: LE NOSTRE VISIONI CONSAPEVOLI TRILOGIA DEL FANTASTICO PARTE II Come in “Animali fantastici” anche nel nuovo film di Tim Burton un ruolo importante all’interno del racconto viene giocato dai bambini vittime di esperienze traumatiche. Se nel primo le figure degli Oscuriali sono le piccole vittime di terribili punizioni e repressioni, qui i[…]

animali_fantastici

ANIMALI FANTASTICI E DOVE TROVARLI

LO SCHERMO EMPATICO: LE NOSTRE VISIONI CONSAPEVOLI TRILOGIA DEL FANTASTICO PARTE I La superstizione travestita da razionalismo, la sensibilità rivelata attraverso il velo della magia. Se il “doppio” e la “metamorfosi” sono i due grandi temi che fondano il racconto fantastico, questo film li carica di un significato simbolico per creare una contrapposizione tra cercatori[…]

doctor_who

DOCTOR WHO

BINGE WATCHING: LE FRONTIERE FILOSOFICHE DEL NOSTRO SGURARDO SERIALE Sono più di 50 anni che un’ampia porzione di umanità vive e rivive le avventure del “Doctor Who” perchè è soltanto rivolgendo lo sguardo verso la propria interiorità che l’individuo può affrancarsi dalle limitazioni del Tempo e dello Spazio. È nel flusso potenzialmente infinito dei Ricordi[…]

The Lunchbox

LUNCHBOX

LO SCHERMO EMPATICO: LE NOSTRE VISIONI CONSAPEVOLI Treni numerosi e affollati che si incrociano continuamente, piccioni concentrati in un fazzoletto di terra, valigie accatastate che si muovono a fatica: è l’intasamento di Mumbai espresso con poche inquadrature, con lo stile narrativo di una rappresentazione che sembra volerci coinvolgere più con le immagini che con le[…]

bicicletta verde

LA BICICLETTA VERDE

LO SCHERMO EMPATICO: LE NOSTRE VISIONI CONSAPEVOLI “La bicicletta verde” racconta due storie allo stesso tempo. La prima storia, decisamente piccola ma simbolicamente enorme, è quella di una ragazzina che vorrebbe andare in bicicletta come i suoi coetanei maschi. La seconda, che riguarda un Paese immenso ma che esprime una verità sconosciuta ai più, è[…]

il grande quaderno

IL GRANDE QUADERNO

LO SCHERMO EMPATICO: LE NOSTRE VISIONI CONSAPEVOLI Lo spettacolo della Storia, ma non quello esaltante degli eserciti che si fronteggiano, delle carrellate epiche sulle battaglie nei cieli, sui sentimenti struggenti delle separazioni e dei ritorni a casa. Uno spettacolo desolante dove le azioni della Storia sono relegate nel fuoricampo, delegate a un’ombra o a un[…]

gente di domenica

GENTE DI DOMENICA

LO SCHERMO EMPATICO: LE NOSTRE VISIONI CONSAPEVOLI La storia del cinema è scandita da opere che più di altre hanno introdotto un modo nuovo di raccontare, hanno proposto un immaginario inedito, hanno presentato personaggi irresistibili. Profondamente intrecciata ad essa, esiste anche una storia della visione cinematografica, e tra le altre cose questa storia si occupa[…]

francofonia

FRANCOFONIA – IL LOUVRE SOTTO OCCUPAZIONE

LO SCHERMO EMPATICO: LE NOSTRE VISIONI CONSAPEVOLI “Francofonia” è un film monumentale, come il museo a cui è dedicato, il Louvre. Ogni singola opera di Aleksandr Sokurov è sempre, insieme, un’originale visione dell’Uomo, ma anche un’esperienza tecnica indimenticabile, com’è successo in passato, con l’utilizzo delle lenti anamorfiche, con il singolo infinito piano sequenza di “Arca[…]

Vai alla barra degli strumenti